23 March 2015

Teoria economica, da zero /5.3

Ma, sì potrebbe obiettare, non è comunque più utile l'acqua di un diamante? Dipende. E dipende essenzialmente dalla valutazione della persona che deve effettuare la scelta. Se offrite il barile d'acqua ad un uomo che vive vicino ad un ruscello di montagna, non gli darà alcun valore: il ruscello gli fornisce già più acqua di quanta ne potrebbe mai usare, un barile d'acqua non ha proprio alcun valore per lui (anzi, forse ne ha addirittura uno negativo: potrebbe essere un impiccio avere un barile fra i piedi). Mentre magari non possiede alcun diamante, e la possibilità di acquistarne uno potrebbe risultargli allettante: senza dubbio giudicherà il diamante di maggior valore dell'acqua. Ma anche per la stessa persona, se cambiano le circostanze, la valutazione può cambiare completamente. Se sta attraversando il Sahara, col diamante già in tasca ma con la sua scorta d'acqua terminata e sul punto di morire di sete, verosimilmente scambierebbe il suo diamante anche solo per un bicchiere d'acqua (naturalmente se è un avaro potrebbe valutare più il diamante dell'acqua, anche a costo di morire di sete).
Il valore di un bene non è dunque in alcun modo racchiuso nel bene stesso ed è invece inerentemente soggettivo: gli stessi identici diamante e barile d'acqua possono essere giudicati diversamente da persone diverse ed anche giudicate diversamente dalla stessa persona, in momenti diversi.
 
0, 1, 2, 3, 4, 5, 6
 

0 comments: