11 July 2015

Teoria economica, da zero /31.7

Mises descrive l'importanza della scelta umana nel confronto fra l'economia e le scienze fisiche come segue:
Nella misura in cui esistono delle relazioni costanti fra le grandezze meccaniche e tali relazioni possono essere messe in luce tramite esperimenti, è possibile usare equazioni per trovare soluzione a specifici problemi tecnologici: la nostra moderna civiltà industrializzata è essenzialmente il risultato dell'utilizzo delle equazioni differenziali della fisica. Ma tali relazioni costanti non esistono affatto fra le grandezze economiche (Human Action).
Affrontiamo il futuro incerto delle azioni umane usando la nostra immedesimazione, che significa "mettersi nei panni degli altri": cerchiamo di immaginarci come gli altri valutano le situazioni, di immaginarci i loro desideri e i loro piani, i fini delle loro azioni. Gli imprenditori, per farsi un'idea degli effetti di un cambiamento, si basano proprio su questo tipo di interpretazione, sul loro "sesto senso" su quali scelte le persone faranno in risposta a quel cambiamento.
 
0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12,
13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23,
24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32
 

0 comments: