25 June 2015

Teoria economica, da zero /28.2

Una simile economia a volte è detta essere "in equilibrio", ma si tratta di un equilibrio stazionario, non statico: l'attività economica non è assente, semplicemente di ripete sempre uguale; per questo Ludwig von Mises l'ha battezzata "evenly rotating economy", economia in ciclo perenne. Un tale mondo non potrebbe nemmeno esistere, ma è un utile strumento mentale: introducendovi un singolo cambiamento possiamo isolarne gli effetti, affrancandoci dalle intricate relazioni del mondo reale.
Ma, in quanto modello ideale, il suo utilizzo è sempre una questione di delicato equilibrio in cui è necessaria una spietata autocritica per restare sul sottile crinale fra due ugualmente pericolose derive, in cui falsi sillogismi, assurdità e non-sense sono sempre in agguato.
 
0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12,
13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23,
24, 25, 26, 27, 28, 29
 

0 comments: