23 July 2015

Teoria economica, da zero /32.6

L'arbitraggio — il contemporaneo acquisto e vendita di uno stesso bene per guadagnare dalla differenza di prezzo fra mercati differenti — tenderà a stabilire un unico valore per il tasso di interesse in tutta l'economia nel suo insieme. Supponiamo ad esempio che il tasso di interesse corrente per prestiti monetari è del 5% annuo e i contratti future sul bestiame si vendono ad un prezzo di €90.90 oggi per €100.00 di bestiame fra un anno; supponiamo per semplicità che non ci siano costi di transizione né costi di trasporto del bestiame né possibili variazioni di prezzo del bestiame; ebbene, in una simile situazione ci sarebbe una opportunità di arbitraggio puro: gli investitori potrebbero prendere in prestito del denaro al 5%, comprare contratto future sul bestiame che rendono il 10%, e a fine anno restituire il denaro presso in prestito col suo 5% di interesse dovuto: sì ritroverebbero con la differenza, un altro 5%, di rendita pura, da arbitraggio appunto.
 
0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12,
13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23,
24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33
 

0 comments: