21 May 2009

W|A versus oltre Google

Ancora di passaggio, solo per fornire un esempio concreto di cosa si può fare con WolframAlpha che non si può fare (con la stessa facilità) con Google.

12 comments:

Edo said...

Certe volte la ricerca spasmodica della risposta da parte di Google mi pare foriera di nefasto futuro: quello in cui nessuno sapra' piu' fare nulla se non fare una domanda a google.

Mi pare tanto piu' evidente quando vedo che le visite a Decamerone Cast originano da richieste di studenti che vogliono trovare la soluzione al loro problema, immediatamente e senza dolore.

Ho cercato equazioni differenziali su W|A e lui mi ha proposto di scrivergli l'equazione e di risolvermela... gia' non mi ricordo bene come si risolvano, se poi non ne ho necessita' quando mai mi prendero' la briga di rispolverare certe conoscenze? E cosi' via.

hronir said...

Edo! Stai cominciando ad invecchiare! Critichi i potenti mezzi del futuro sognando un remoto passato:

La scoperta della scrittura avrà l'effetto di produrre la dimenticanza nelle anime che l'impareranno, perché, fidandosi della scrittura, queste si abitueranno a ricordare dal di fuori mediante segni estranei, e non dal di dentro e da sé medesime. (Platone)

Davide said...

"Ho cercato equazioni differenziali su W|A e lui mi ha proposto di scrivergli l'equazione e di risolvermela... gia' non mi ricordo bene come si risolvano, se poi non ne ho necessita' quando mai mi prendero' la briga di rispolverare certe conoscenze?"

Be', almeno uno deve ancora ricordarsi come si scrivono le equazioni differenziali! :))

Ho fatto qualche ricerca su W|A, e mi sembra che ci sia ancora mooolto spazio per migliorare.
A proposito, sapete cosa intendono con la notazione $(z)_n$ (da leggersi secondo latex)?

PS: Hronir, c'e` un refuso nel titolo del post.

hronir said...

Grazie, ho corretto il typo!

Edo said...

Nel mio commento ho fatto un po' un'iperbole alla Orwell.

E' certo, d'altronde, che non tutti sappiano fare le domande giuste a Google, e pertanto possano ricevere le risposte. Che la domanda a Google diventi come la scrittura?

Comunque mi ricordo che fare domande e' un'arte: all'universita' studiando con un amico, quando non capivamo qualcosa provavamo a domandarcelo a vicenda. E nel processo di generare la domanda (per bene) in generale si giungeva alla risposta.

PS. Che stia invecchiando e' un dato di fatto.

hronir said...

Ok, sì, ho frainteso il tuo commento: volevi dire un'altra cosa.

Edo said...

No, caro Enzo, non critico "i potenti mezzi del futuro sognando un remoto passato" ma critico l'uso acritico e tendenzialmente esclusivo di questi mezzi come surrogato dell'intelligenza umana.

E nemmeno mi ero posto il problema del monopolio della ricerca dell'informazione in internet, che pare avvalorare i miei timori di nefasti futuri, peraltro trascendendo la mia fantasia.

PS grazie per il paragone con Socrate, non sum dignum.

hronir said...

"critico l'uso acritico e tendenzialmente esclusivo di questi mezzi come surrogato dell'intelligenza umana"

Allora avevo capito giusto. E allora torno alla mia risposta iniziale, che citava Platone/Socrate: uno strumento tanto potente come Internet/Google cambierà completamente anche il nostro concetto di intelligenza: è un rigurgito di attaccamento al passato quello di temere che "nessuno saprà più fare nulla se non fare una domanda a google".

Quel che io invece noto con dispiacere, al contrario, è proprio che spesso le nuove generazioni, pur nate nell'era di Internet, non sappiano fare delle ricerche fruttuose con google, che spesso addirittura non sappiano nemmeno cos'è un blog. Di questo dobbiamo preoccuparci, del fatto che la potenza di internet/google non venga sfruttata a pieno, con intelligenza!

Edo said...

Non credo che l'evoluzione umana vada di pari passo con l'evoluzione di internet.

Credo che Google&C siano un mezzo non la soluzione.

hronir said...

Google&C è un mezzo, come lo furono la scrittura, la stampa, le calcolatrici etc...

Forse l'espressione "cambierà completamente anche il nostro concetto di intelligenza" può sembrare pomposa, ma intendevo dire semplicemente che avverrà quel che è successo con la scrittura, la stampa, le calcolatrici... ovvero che quel che prima bisognava "fare a mano", ora lo si può semplicemente dare "per scontato" e "guardare oltre".

Edo said...

Finalmente mi sento di concordare, in linea di principio, grazie a quel "guardare oltre"...

hronir said...

Sì, sì, google è un mezzo, non un fine... :)