21 February 2009

hotmail goes to gmail

Il tuo primo accounti di posta è stato Hotmail e non riesci a liberartene?
Vorresti passare ad un altro servizio di posta, ma non vuoi costringere i tuoi mille contatti a dover cambiare la loro rubrica e rischiare di perdere per sempre le mail di vecchi amici che ancora scrivono al vecchio indirizzo?
Hai sempre invidiato lo spazio illimitato e l'interfaccia semplice, efficiente, senza fronzoli di gmail e la sua integrazione con la chat di gTalk, e ti sei sentito intrappolato da hotmail?
Hai sempre pensato che il forward automatico avrebbe potuto risolvere la cosa, ma ti sei sempre scontrato col fatto che hotmail è l'unico gestore di posta che non consente l'automatc forward?
Hai sempre maledetto, per questo, il lock-in di Bill Gates anche se non sapevi nemmeno si chiamasse così?
 
Ebbene, da qualche giorno si è resa disponibile un'opportunità che ti permetterà di porre fine a tutte le tue ansie da posta elettronica!
La novità è duplice.
Da una parte hotmail ha finalmente reso disponibile... no, non il forward automatico, ma ha abilitato per tutti il supporto al pop3.
Cosa c'entra? C'entra, perchè, dall'altra parte, gmail è già da un po' che offre un servizio di Mail Fetcher per account di posta dotati di pop3.
Insomma, potrai finalmente usare gmail per leggere la posta di hotmail e cominciare a rispondere con quello alle mail che ti arrivano, rendendo graduale il passaggio al tuo nuovo indirizzo di posta di gmail e del tutto trasparente ai tuoi contatti, e non correrai il rischio di perderti, un giorno, le mail di un vecchio amico che ancora ti conosce solo tramite hotmail.
 
Mail Fetcher e pop3 sono arabo per te ma vorresti lo stesso approfittare dell'opportunità? Eccoti un piccolo how to... ok, eccoti una piccola ricetta per cominciare:
  • créati un account su gmail, se ancora non ce l'hai, ed entraci
  • in alto a destra, clicca su Impostazioni (o settings se usi gmail in inglese)
  • passa alla scheda account e cerca la sezione scarica la posta da altri account
  • clicca su Aggiungi un account email di tua proprietà e segui le istruzioni inserendo i dati del tuo account di posta su hotmail; in particolare:
    • nel campo nome utente inserisci non solo lo userID ma l'intero indirizzo di posta, completo di @hotmail.com o @hotmail.it o quel che fa al caso tuo
    • metti pop3.live.com come server POP
    • seleziona la porta 995
    • seleziona l'opzione Usa sempre una connessione protetta (SSL) quando scarichi la posta
Finita la procedura, puoi cominciare a spedire qualche messaggio a hotmail per verificare che i messaggi vengano effettivamente caricati anche sull'account di gmail (tieni presente che non si tratta di un forward automatico da hotmail, ma è gmail che, attivamente, deve periodicamente scaricare la tua posta di hotmail, per cui può esserci un ritardo di qualche minuto tra l'effettiva ricezione del messaggio e l'arrivo della mail anche su gmail).
Ma non è finita qui! Gmail permette infatti non solo di ricevere, ma anche di inviare mail in maniera che il mittente risulti un account diverso, ad esempio proprio quello di hotmail. Certamente questo non è quello che vuoi: il trucco è continuare a riceve le mail di hotmail, ma rispondere col nuovo indirizzo di google, così i tuoi contatti cominceranno, facendo reply, a scriverti al nuovo indirizzo, e pian piano più nessuno ti scriverà al vecchio. Ma se proprio hai qualche motivo particolare per voler usare gmail continuando però ad apparire come hotmail, ti basterà procedere cliccando sull'Aggiungi un indirizzo email di tua proprietà che c'è nella prima sezione, Invia messaggio come, della scheda account delle impostazioni di gmail.
 
Felice, eh? :)

5 comments:

Anonymous said...

saltando da un blog all'altro arrivo qui... e leggo che gmail sarebbe il non plus ultra. Boh, forse una volta era così, fatto sta che almeno da un anno e mezzo se ci sono attachment gmail si pianta 2 volte su 3, se il file è appena un po' voluminoso 3 volte su 3... se ci provo da libero oplà, in un attimo l'upload è fatto e la mail partita. Gmail poi ha la pessima abitudine di far finire nello spambox mail di miei amici, e non c'è modo di fargli capire l'errore... mentre l'antispammer di libero funziona a meraviglia. Insomma: meglio avere più di un account e non fidarsi troppo di gmail!

Edo said...

A me non e' mai successo nulla di simile. L'ultima affermazione e' pero' condivisibile.

hronir said...

Anonimo, cosa intendi per "si pianta"? Non è che forse è il browser, il problema? Che browser+OS usi?

Ad ogni modo, senza voler ovviamente mettere in dubbio la tua esperienza, la mia è del tutto soddisfacente: non trovo malfunzionamenti nè in termini di crash del browser (uso firefox 3 da linux) nè in termini di filtro spam (la mia cartella di spam, svuotata automaticamente dei messaggi più vecchi di un mese, contiene costantemente più di 4mila messaggi... non potrei assolutamente farne a meno!!!).

Per non parlare di caratteristiche uniche di gmail di cui ormai non potrei più fare a meno: dall'uso delle "conversazioni" alle "label" ai filtri... — e ora anche i "temi"! :)

physicistinthedungeon said...

e` dei 4000 msg che non puoi fare a meno vero? :)))
PS: Ed io che mi lamento dei miei 900 mensili!

hronir said...

Devo precisare che quei 4000 messaggi di spam — sì, indispensabili! :) — sono anche dovuti al fatto che io redirigo su un unico account gmail più di una decina di account divresi (alcuni vecchissimi e che ricevono ormai *solo* spam... ti ricordi, physicistinthedungeon, pcteor1 e pcteolaur1?)